Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy.

Acconsenti all'utilizzo dei cookies di terze parti?

Un percorso multisensoriale per Pompei: IBAM CNR unisce archeologia e comunicazione per rievocare il passato

 

Una notte a Pompei è il percorso di suoni e luci organizzato dal Parco Archeologico di Pompei ed Enel, in collaborazione con la Regione Campania, inaugurato lo scorso 3 luglio da Dario Franceschini, ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo insieme a Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, Massimo Osanna, direttore generale del Parco archeologico di Pompei e Carlo Tamburi, direttore Italia, Enel.

Il percorso è stato pensato per consentire ai visitatori una visita notturna che aiuti a ‘rileggere’ la città antica in un’atmosfera nuova e suggestiva, con spettacoli di luci e suoni che si snodano lungo un percorso definito.

In questo contesto, si inserisce il contributo dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibam Cnr) affidato alla proiezione di un filmato, evocativo e suggestivo, sulle pareti della Basilica, proprio alla fine del percorso di visita.

Il filmato, realizzato da Francesco Gabellone, coordinatore dell’Information Technologies Lab (Itlab) dell’Ibam, insieme al team di specialisti composto da Francesco Giuri, Massimiliano Passarelli, Francesco Frullini, Maria Chiffi, si sviluppa come naturale epilogo dell’esperienza di visita notturna basata su approcci multisensoriali. Le suggestioni sonore e luminose raccontate durante il percorso si concludono così con una componente visiva ricca di suggestioni che possano rievocare la vita che trascorre tranquilla nelle domus pompeiane. 

Nota Stampa

► Formato Word


Galleria Fotografica 

► Foto 01 - Foto 02 - Foto 03 - Foto 04 - Foto 05

dettaglio ricostruzione 1

dettaglio ricostruzione 2 

FaLang translation system by Faboba