Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy.

Acconsenti all'utilizzo dei cookies di terze parti?

Lo statuto


 

Le tematiche di interesse complessive dell'Istituto coprono le aree strategiche di conoscenza, documentazione, diagnosi, conservazione, valorizzazione, fruizione e comunicazione del patrimonio archeologico e monumentale. Queste competenze si esprimono attraverso la multidisciplinarietà del personale di ricerca, composto da archeologi, architetti, geologi, ingegneri, chimici, fisici, informatici oltreché da un nucleo cospicuo di collaboratori tecnici addetti ai laboratori attivi di rilevante supporto alla ricerca.

Focus principale delle attività sono rappresentati dalle seguenti tematiche:

- Metodologie per l'analisi degli insediamenti, del territorio e delle trasformazioni di ambiente e paesaggio nell'antichità e nel medioevo;

- studi multidisciplinari nel campo dell'archeologia, nella prospettiva mediterranea, con particolare riguardo all'Italia meridionale e alla Sicilia;

- metodologie finalizzate alla conoscenza, diagnosi ed intervento per la conservazione, restauro e presentazione del patrimonio archeologico (siti e monumenti) del Mediterraneo.

Il luogo ideale delle linee strategiche di attività è offerto da esperienze dirette sul territorio nazionale e regionale nel quale si opera ma soprattutto dalle missioni archeologiche estere che rappresentano sicuramente il principale strumento di proiezione internazionale delle attività dell'Istituto.

Le missioni archeologiche rappresentano, infatti, un luogo specifico di sperimentazione di metodologie, tecniche e trasferimento tecnologico anche nei Paesi in cui si opera. Ad esse si affiancano, inoltre, iniziative didattico-formative di eccellenza (summer schools tematiche, master post-laurea, corsi di alta specializzazione, dottorati di ricerca, etc.) svolte su una piattaforma pianificata di accordi e partenariati internazionali che vedono la partecipazione ed il coinvolgimento di forze giovani (dottorandi, assegnisti di ricerca, collaboratori a vario titolo, stagisti, tirocinanti, tesisti di laurea) impegnati in attività spesso svolte in maniera congiunta tra IBAM, Università, Regioni, Province, Comuni e Imprese.

FaLang translation system by Faboba