Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network e/o la visualizzazione di media. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la privacy policy.

Acconsenti all'utilizzo dei cookies di terze parti?

Stages e Tirocini


 

Uno degli obiettivi strategici, nel virtuoso processo di dialogo tra l’Istituto ed il suo team  di ricercatori ed il sistema generale dell’addestramento scientifico, rappresentato dal percorso offerto alle nuove generazioni di studenti e giovani laureati provenienti dai vari corsi di laurea in beni culturali, archeologia, chimica, ingegneria, geologia, etc. i quali attraverso l’esperienza del tirocinio (sia curriculare che post-laurea) hanno oggi la possibilità di acquisire nuove competenze tecnico-professionali e trasversali. In Italia, tirocini e stage, regolati dal D.M. 142/98, che definisce ambiti e modalità applicative dell’art. 18 della L. 196/97, costituiscono una fase obbligatoria e nodale nel raccordo fra Università/sistema della ricerca ed il mondo del lavoro.

L’attenzione sempre maggiore rivolta a questo particolare momento della crescita formativa delle nuove generazioni ha quindi determinato negli anni, nelle sedi dell’IBAM, un significativo incremento di convenzioni operative attivate con Università italiane ed estere nonché con enti di formazione accreditati consentendo, in tal modo, una costante presenza di giovani stagisti poi integrati nei diversi progetti di ricerca condotti all’interno dell’Istituto.

Le attività degli stagisti e dei tirocinanti sono generalmente pianificate e programmate sulla base delle conoscenze e competenze disciplinari dei ricercatori delle sedi, spaziando in tal modo dall’archeologia alla chimica, dall’architettura all’ingegneria, dalla diagnostica alla fruizione e comunicazione del patrimonio culturale; tale articolazione . certamente in grado di offrire un variegato sistema di saperi e conoscenze facendo acquisire, in tempi rapidi, competenze rilevanti, dando la possibilità di superare quel gap  tra sapere accademico acquisito in aula e “saper fare” pratico, combinando, dunque, studi teorici ad esperienze pratiche direttamente sul campo o in laboratorio.

In questi ultimi anni, l’incremento delle attività di ricerca archeologica, sia in Italia che all’estero, sta permettendo il coinvolgimento degli studenti nelle attività di scavo, restauro ed analisi facilitando così l’inserimento, nelle azioni e negli ambiziosi progetti di Istituto, di un numero considerevole di giovani neo-laureati, alcuni dei quali, continuano ancora a collaborare, con forme e modi diversi, con i ricercatori dell’Istituto.

 


 

Maggiori info:

Giusi Meli

Tel.:  +39 095 311981 (int. 207)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaLang translation system by Faboba